lucas-kelm

Lucas Kelm

Nato in Argentina e nazionalizzato italiano, a 15 anni si è addentrato nel mondo dell’ospitalità  e non ha più saputo farne a meno!

Nel frattempo, insieme alla sua famiglia, ha realizzato il sogno di aprire un ristorante tipico argentino a gestione familiare e nel 2012 capì che stare dietro un bancone di un bar era la cosa che lo avrebbe reso felice.

Dopo qualche anno in Spagna tra Ibiza e Barcelona, in hotel di lusso e club privati, Lucas torna in Italia  con un bagaglio pieno zeppo di idee e nuovi stimoli.

Sbarca nella corte dei fratelli Alajmo come Bar Manager del gruppo collaborando e imparando a stretto contatto con chef stellati e professionisti dell’alta ristorazione.

Il cocktail che porterei su un isola deserta?

Bloody Mary

A quale personaggio famoso del passato o presente farei assaggiare un mio cocktail e quale?

Una delle figure che mi incuriosiscono di più è un artista innovatore e poliedrico del passato  che ha lasciato un segno indelebile nell’arte contemporanea; passerei giornate intere a bere Gin&Tonic con Pablo Picasso.

Un aneddoto divertente e bizzarro che mi è capitato dietro il bancone?

Sono cosi tante storie che preferisco raccontarveli personalmente al mio bar.

I miei Eventi

live-bar